I recenti studi effettuati hanno evidenziato la presenza di popolazioni di questa specie in diverse zone dell’Italia centro-meridionale.

Attualmente la sua distribuzione interessa la Maremma, diverse zone del Lazio, sia interne che più costiere, alcune località dell’Appennino Abruzzese e Molisano, monti interni della Campania, tra cui il Cilento, il Gargano, il Salento e diversi aree montane della Basilicata e della Calabria. La distribuzione non è continua, ma è costituita da popolazioni isolate, che attualmente ricadono per lo più in aree protette.

In diverse di queste zone la lepre italica ha diviso lo spazio con la lepre europea, localmente ancora presente, a seguito delle immissioni effettuate a scopo venatorio.

In Sicilia la distribuzione è invece piuttosto uniforme e continua. Sull’isola la lepre europea è completamente assente.

Per quanto riguarda la dimensione delle popolazioni, sulla penisola è stata stimata una densità media di 5,54 individui/kmq, molto variabile tra le aree studiate (±7,06), contro valori molto maggiori noti per la Sicilia dove si stima una densità media di 11,73 individui/kmq ±11,98 (Trocchi e Riga 2001).